Social: quali scegliere?

Social: quali scegliere? Ogni brand, ogni azienda e PMI, da quella che sta per essere lanciata a quella che naviga già da qualche tempo in rete e che magari ha già una reputation da star, ha bisogno dei social network.
Perché? Proprio perché la reputazione, in questo caso online, è l’elemento fondamentale per una sana crescita aziendale. Si parla di reputation 2.0 un upgrade che ha visto un’accelerazione spaventosa con l’avvento dei social network ora da considerare i media di riferimento dato il numero di iscritti e di utenti attivi ogni minuto.

Alcuni numeri: Facebook la fa da padrone con 1,39 miliardi di iscritti a livello mondiale e 20 milioni ogni giorno in Italia. Secondo social per numeri Instagram - ormai diventato fondamentale per qualsiasi impresa - con 300 milioni di iscritti e poi Twitter, 270 milioni di utenti totali. Il social del “lavoro” Linkedin conta 187 milioni di profili professionali, mentre 1 miliardo le persone che ogni mese si collegano alla piattaforma di condivisione di video Youtube.
Importante quindi vivere ogni giorno i social network, vivere la community, interagire per capire le aspettative e i desideri del pubblico, ottenere informazioni su di lui oltre che informarlo su promozioni, news e video che possano coinvolgerlo il più possibile. Sul coinvolgimento è importante instaurare quel “engagement” - come ogni buon social media manager si rispetti - che stimola gli utenti, che entrano in contatto con un post, a condividerlo, commentarlo e compiere tutte le azioni che un social da a disposizione degli iscritti.

Nello scegliere un social media si dovrà tenere conto:

  • del target che popola il social
  • quali piattaforme social usa il potenziale pubblico
  • degli obiettivi che si vorranno raggiungere con il social
  • del linguaggio e degli strumenti che il social da a disposizione
  • e cosa più importante che ci sia una risorsa dedicata a tempo pieno che sia dedicata al social

Infatti non ha senso aprire una pagina se poi la si lascia al caso e senza aggiornarla: si otterrebbe il risultato opposto, cattiva reputazione, non curanza e cattiva organizzazione.
Sarà infatti doveroso creare un piano dei contenuti, un social media plan, un calendario editoriale e una “mission” per ciascun canale che si deciderà di aprire

Ma il mondo dei social e molto e altro di più! Se credi di aver bisogno della web agency Creare e Comunicare siamo a tua disposizione: 06 41735010Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni