Facebook Watch e il binge-watching: i contenuti vincenti sono quelli più lunghi e seriali?

Cosa è il binge watchingAvete mai sentito parlare del Binge Watching?
Molto probabilmente no, eppure l’agenzia di comunicazione Creare e Comunicare è pronta a scommettere che la maggior parte di voi ne è ‘vittima’.
Tranquilli, non si sta parlando di qualche strana tecnica per truffare su internet ma il termine inglese si riferisce all’attività di ‘guardare senza sosta’ un determinato contenuto video.
Adesso vi è più chiara la cosa?
Si tratta di quello che molti di voi ormai fanno da anni, ossia guardare serie tv, film e video a ripetizione senza darsi tregua.

Il Binge Watching, letteralmente abbuffata di visione, nasce ed esplode definitivamente con le piattaforme streaming come Netflix ma oggi costituiscono di fatto, uno standard per la fruizione di contenuti video online.
Questa piccola rivoluzione del settore ha cambiato da una parte, il modo di fruire dei contenuti video, mentre dell’altra ha completamente ribaltato le modalità di realizzazione degli stessi. Infatti, oggi le case di produzione pensano le serie tv come se fossero dei film lunghissimi, da suddividere in 10 / 15 puntate in cui ognuna di esse termina con un forte cliffhanger finale che ha il compito di incuriosire fortemente per farvi continuare nella visione.

Netflix, Amazon Prime Video e YouTube già si sono tuffati a capofitto nella nuova sfida.
Secondo voi poteva mancare Zuckerberg all’appello?
Certamente no!
Ecco perché il colosso dei social network si è mosso elaborando un nuovo progetto che ormai è in rampa di lancio anche in Italia: Facebook Watch.

Che cos’è Facebook Watch?
È la risposta che tutti si stavano aspettando per competere nel settore del video streaming.
Facebook Watch è una sezione differente e distaccata rispetto agli altri contenuti in cascata a cui siete abitati (profili personali, home, etc) che ha il compito di raccogliere una serie di video selezionati.
Esatto, selezionati dal team di Facebook apposta per voi.
In America questa sezione della piattaforma è già attiva e mette a disposizione la possibilità di scegliere tra video di cucina, documentari scientifici, programmi con sketch comici, intrattenimento e sport.
Ovviamente, con in linea con le leggi italiane e con i gusti di una cultura totalmente diversa, questa sezione si popolerà di contenuti diversi rispetto all’America.

Le voci riportano di un accordo tra Facebook e numerose testate giornalistiche italiane per realizzare contenuti news di qualità ma la verità è che fino a quando non sarà pienamente attiva sul territorio italiano non si potrà intuire la portata del cambiamento.

C’è un nuovo player in grado di aumentare il binge watching in Italia?
Verranno creati contenuti in grado di catturare l’attenzione degli utenti? Netflix e YouTube ne risentiranno?

L’agenzia di comunicazione Creare e Comunicare non vede l’ora di scoprirlo insieme a voi.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Sal

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni